Collocamento 2017 – 2018

Disposizioni riguardanti l’assunzione di apprendisti e la stipulazione del contratto di tirocinio.

La Divisione della formazione professionale (in seguito DFP), in Breganzona (via Vergiò 18) comunica che l’assunzione degli apprendisti e la stipulazione del contratto di tirocinio sono regolate dalle seguenti disposizioni.

1. Autorizzazione a formare apprendisti
L’azienda che intende formare per la prima volta apprendisti in una determinata professione deve prendere contatto, prima della stipulazione del contratto di tirocinio, con la DFP (v. recapiti telefonici e indirizzi e-mail indicati nella parte finale delle presenti disposizioni). L’assunzione dell’apprendista può avvenire solo dopo la formale autorizzazione rilasciata dalla DFP.

2. Requisiti chiesti per l’operatore della formazione professionale pratica
L’operatore della formazione professionale pratica è obbligato a frequentare gli appositi Corsi di base per formatori di apprendisti. L’intera offerta formativa e la procedura d’iscrizione ai corsi sono consultabili online. Per ulteriori informazioni vogliate contattare la persona di riferimento indicata nella pagina web dei corsi di base per formatori di apprendisti.

3. Epoca di assunzione
L’assunzione degli apprendisti deve avvenire al più tardi entro l’inizio dell’anno scolastico. Per circostanze speciali, fondati motivi o in casi eccezionali, l’assunzione può avvenire anche più tardi, dopo il 31 ottobre solo previa autorizzazione della DFP.

4. Contratto di tirocinio
Il contratto di tirocinio deve essere stipulato prima dell’inizio del periodo di prova e inviato direttamente, nei tre esemplari, alla DFP che provvederà ad approvarli. Nel caso fossero stipulati più contratti di tirocinio, devono essere presentati tutti i contratti per le singole parti di formazione. Qualora le parti di formazione si svolgessero in Cantoni diversi, i contratti di tirocinio devono essere presentati all’autorità del Cantone nel quale si svolge prevalentemente la formazione.

5. Materiale per la stipulazione del contratto di tirocinio
I formulari per la stipulazione del contratto di tirocinio (cfr. punto 4) sono scaricabili da internet all’indirizzo www4.ti.ch/?id=3380.

6. Età dell’apprendista – lavori pericolosi
L’apprendista deve avere 15 anni compiuti; fanno eccezione alcuni tirocini in cui viene richiesto il compimento di un’età superiore. Per gli apprendisti che compiono i 15 anni dopo l’inizio del tirocinio, ma entro il 31 dicembre dello stesso anno, il datore di lavoro deve compilare un modulo fornito dalla DFP per la richiesta d’autorizzazione d’impiego di giovani e inviarlo all’ufficio cantonale dell’ispettorato del lavoro. L’Ordinanza 5 concernente la Legge sul lavoro del 28 settembre 2007 stabilisce che è vietato l’impiego di giovani per lavori pericolosi. Le autorità competenti concedono deroghe per i giovani di età superiore ai 16 anni per il raggiungimento degli obiettivi della formazione professionale di base. Per i giovani che non hanno compiuto 16 anni, è necessario prevedere attività che tengano conto dell’Ordinanza sopraccitata (vedi direttive della DFP “Lavori pericolosi del 03.04.2017 ” nelle singole professioni).

7. Periodo di prova
Il periodo di prova, che è compreso nella durata del tirocinio, è di almeno un mese e può durare al massimo 3 mesi. La durata, concordata tra le parti, deve figurare nel contratto. Durante il periodo di prova le parti possono disdire il rapporto di lavoro in qualsiasi tempo con 7 giorni di preavviso. Qualora la scelta della professione da parte dell’apprendista necessitasse di ulteriori accertamenti, il periodo di prova può, su richiesta delle parti contraenti e prima della scadenza del 1° periodo, essere prorogato fino al massimo di 6 mesi dall’inizio del tirocinio con l’approvazione del rispettivo Ufficio di formazione. Nel caso fossero stipulati più contratti di tirocinio, il periodo di prova per singole parti della formazione dura di regola un mese.

8. Assunzione di apprendisti stranieri, in particolare di frontalieri
Con gli accordi sulla libera circolazione delle persone dell’Unione europea e dell’AELS, l’approvazione del contratto soggiace solo alle norme sulla formazione professionale. Gli apprendisti di cittadinanza straniera devono comunque ottenere un permesso personale da parte dell’autorità cantonale di polizia prima di iniziare la loro attività.

Per gli apprendisti stranieri non domiciliati deve essere presentato preventivamente il contratto di tirocinio alla DFP, con allegata una fotocopia dell’ultimo permesso personale in possesso dell’apprendista. In seguito, con il contratto di tirocinio approvato, l’azienda formatrice deve inoltrare la domanda di permesso di lavoro all’Ufficio regionale degli stranieri.

In aggiunta all’insegnamento obbligatorio gli apprendisti stranieri possono essere chiamati a frequentare, per mezza giornata settimanale durante un semestre, i corsi di recupero offerti per elaborare a fondo le materie obbligatorie. Per i contratti di tirocinio stipulati con persone maggiorenni residenti all’estero, la DFP verificherà il percorso formativo precedente al fine di verificare se, in alternativa al tirocinio, queste persone possono usufruire rispettivamente di un riconoscimento del loro titolo da parte dell’Autorità federale oppure dell’organizzazione di una procedura di qualificazione secondo l’articolo 32 dell’Ordinanza federale sulla formazione professionale. In ogni caso l’approvazione del contratto potrà avvenire unicamente quando nella professione tutti i giovani residenti nel Cantone avranno potuto trovare un posto di tirocinio (vedi risoluzione Consiglio di Stato).

9. Convocazione a scuola
Con l’invio del contratto di tirocinio è automaticamente regolata l’iscrizione a scuola. La convocazione degli apprendisti alle lezioni avviene direttamente da parte delle Direzioni scolastiche negli ultimi giorni del mese di agosto; si invitano gli interessati a evitare di chiedere informazioni al riguardo telefonicamente. Si raccomanda in modo particolare l’invio del contratto di tirocinio al più presto, indipendentemente dalla data effettiva d’inizio dell’attività, per permettere la tempestiva convocazione dell’apprendista ai corsi scolastici.

10. Anno di base del tirocinio
Gli Uffici di formazione emanano disposizioni particolari per le professioni soggette all’anno di base del tirocinio nel primo anno di tirocinio (primo anno interamente a scuola oppure nei laboratori delle associazioni professionali). Per facilitare il compito alla DFP, si invitano i datori di lavoro ad attenersi strettamente alle disposizioni sopra menzionate.

11. Tasse
Per la frequenza scolastica non è dovuta alcuna tassa da parte dell’azienda di tirocinio.

Per informazioni rivolgersi ai rispettivi uffici della Divisione della formazione professionale:
Ufficio della formazione industriale, agraria, artigianale e artistica (UFIA) 091/815 31 30 – mail (vedi scrivici).