Marmista AFC

Descrizione

Il marmista e la marmista, a differenza degli scalpellini, operano prevalentemente con materiali pregiati che provengono sia dalle nostre regioni (e vale la pena ricordare che la Svizzera italiana è l’unica zona di tutta la Svizzera a poter annoverare nel panorama geologico tutte le categorie delle pietre naturali) ma anche da paesi lontani. Per le lavorazioni dei materiali provenienti da questi paesi fanno capo a semilavorati, ossia blocchi sezionati in lastre di vario spessore o a massello a dipendenza delle ordinazioni.
 

I marmisti operano prevalentemente nell’ambito dell’edilizia, creando manufatti d’arredamento interno quali rivestimenti di pavimenti, top bagno, piani di cucine, tavolini, caminetti ed altri articoli che vanno ad abbellire costruzioni private e pubbliche. Si occupano inoltre di arte sacra, realizzando altari, ambioni e balaustre, e anche di arte funeraria eseguendo monumenti per cimiteri, corredati da incisioni e decorazioni.

La loro attività si svolge prevalentemente nei laboratori specializzati artigianali/industriali ma anche all’aria aperta, come pure all’interno di edifici (chiese, abitazioni, monumenti, ecc.).
Questi specialisti sono anche chiamati a operare sui cantieri per procedere alla posa degli elementi realizzati in laboratorio: pietre tombali, piani di lavoro, scale, pavimenti, rivestimenti. Altro importante campo d’intervento per i marmisti è rappresentato dalla manutenzione delle opere in pietra naturale: restauro, pulitura, montaggio e smontaggio delle parti deteriorate o danneggiate.
I marmisti devono conoscere perfettamente i vari materiali e padroneggiare il funzionamento delle diverse macchine a loro disposizione per determinare, consigliare e procedere alle lavorazioni più appropriate: levigare, lucidare, fiammare, fresare, sabbiare, bocciardare, incidere ecc.
Gli attrezzi fondamentali di questi professionisti, per la lavorazione manuale, sono il martello pneumatico, le gradine, la riga e la squadra, il martello, lo scalpello, la bocciarda, smerigli vari e altro ancora.
Per le attività meccaniche i vari laboratori si avvalgono della nuova tecnologia rappresentata dalle macchine a controllo numerico (CNC): frese, tagliablocchi, lucidatrici per levigare e lucidare, calibratici e bisellatrici.
Anche le attività di sollevamento dei pesi sono svolte con apposite strutture atte a migliorare la sicurezza: sollevatori idraulici, carri ponte, gru fisse e mobili.

Formazione

Durata: 3 anni

Formazione professionale di base (tirocinio) presso un’azienda specializzata nella lavorazione della pietra e frequenza dei corsi alla Scuola professionale artigianale e industriale (SPAI) al Centro professionale tecnico (CPT) di Mendrisio nella forma di corsi a blocco.
Materie d’insegnamento a scuola: conoscenza dei materiali, degli utensili e delle macchine, disegno professionale, cultura generale, ginnastica e sport.
La persona in formazione segue pure i corsi d’introduzione organizzati dall’associazione professionale di categoria.

Al termine della formazione, superata la procedura di qualificazione (esami), si ottiene l’attestato federale di capacità (AFC) di
MARMISTA
 

(Ordinanza federale sulla formazione professionale di base
del 16 ottobre 2009)

Perfezionamento

  • maturità professionale che agevola l’accesso ai perfezionamenti professionali e alle scuole universitarie professionali (SUP);
  • formazione professionale di base supplementare in una delle professioni affini;
  • esame professionale superiore (EPS) per conseguire il diploma federale di marmista (maestro/a), dopo almeno 5 anni di pratica nella professione;
  • corsi di perfezionamento nel campo del restauro e della scultura, in Svizzera e all’estero.

Requisiti

  • assolvimento della scolarità obbligatoria.

Condizioni di lavoro

I marmisti lavorano soprattutto all’aperto o sotto tettoie, d’inverno al coperto, nel laboratorio di una ditta specializzata.
L’introduzione di macchine speciali, appositamente studiate, ha quasi totalmente eliminato il pericolo delle polveri scaturite dalle varie fasi di lavorazione delle pietre.
Nell’esercizio dell’attività le ditte e gli operai adottano tutte le misure necessarie per evitare incidenti e malattie. In particolare gli operai devono proteggere gli occhi portando gli appositi occhiali, indossare le cuffie e il casco quando si rende necessario.

Attestati federali di capacità (AFC) rilasciati in Ticino negli ultimi anni:
2019: 1; 2018: 0; 2017: 2; 2016: 0; 2015: 2

Indirizzi utili

Ticino-Gneiss
c/o Martinetti SA
Via alle Cave 4
6707 Iragna
Tel.: 076 587 79 07
URL: http://www.martinetti.ch

Verband Schweiz. Bildhauer- und Steinmetzmeister (VSBS)
Birkenweg 38
3123 Belp
Tel.: 031 819 08 20
Fax: 031 819 08 21
URL: http://www.vsbs.ch
Email: vsbs@vsbs.ch

Ulteriori informazioni

Attitudini richieste

  • Abilità manuale
  • Buona capacità di rappresentazione spaziale
  • Sensibilità artistica
  • Senso tecnico
  • Resistenza fisica
  • Capacità di sopportare rumori
  • Assenza di vertigini

Interessi

  • Pietra, terra, vetro
  • Costruzione (edilizia e genio civile)
  • Arte, creazione artistica, letteratura

Fonte: orientamento.ch