Aggiornamento del piano di protezione COVID-19

Sulla base delle prescrizioni dell’Ordinanza sui provvedimenti per combattere l’epidemia di COVID-19 nella situazione particolare del 19 giugno 2020, il nostro istituto scolastico dispone il seguente piano di protezione (versione V4-2020 approvato dalla direzione il 16.10.2020).
Le indicazioni non precedute da una sigla sono valide in tutti i casi, le indicazioni precedute dalla sigla S1 sono valide solo in caso di scenario 1 (scuola in presenza), mentre le inidcazioni precedute dalla sigla S2 sono valide solo in caso di scenario 2 (scuola ibrida).

1. Disposizioni generali
– Non frequentano la scuola allievi delle scuole postobbligatorie, così come docenti e personale scolastico di ogni ordine scolastico, che presentano uno o più di questi sintomi:
• tosse
• mal di gola
• respiro corto
• dolore toracico
• febbre
• perdita improvvisa del senso dell’olfatto e/o del gusto
• affaticamento generale severo
In caso di dubbio sulla valutazione dei sintomi fare riferimento al proprio medico che valuterà l’opportunità del test.

– Allievi maggiorenni, docenti o addetti che manifestano a scuola sintomi devono essere allontanati dal gruppo e essere rimandati a casa. Per il tragitto scuola-domicilio va consegnata loro una mascherina. Nel caso di allievi minorenni che a scuola manifestano sintomi occorre invece:
a) collocare l’allievo in uno spazio separato (individuato in anticipo), assicurando una verifica regolare delle sue condizioni e facendogli indossare una mascherina (unicamente se è in grado di indossarla e togliersela autonomamente);
• b) contattare i genitori o le persone di contatto e informarli della necessità che l’allievo rientri al più presto a casa;
• c) nel caso i genitori o le persone di contatto dovessero rifiutarsi di far rientrare a casa l’allievo, la direzione richiama le misure di protezione vigenti e la Direttiva concernente l’ammissione e l’esclusione dalla scuola in caso di malattie infettive del 19 dicembre 2019, art. 1 cpv. 2 e art. 3 (https://m3.ti.ch/CAN/RLeggi/public/index.php/raccolta-leggi/legge/num/695). Se il rifiuto dovesse persistere la direzione potrà chiedere una consulenza telefonica al medico scolastico.

È obbligatorio indossare la mascherina dentro e fuori l’istituto scolastico (in tutti gli spazi chiusi – aule, laboratori, ecc. – e nei sedimi esterni alla scuola), anche se si possono mantenere le distanze fisiche. Per quanto possibile, il distanziamento di almeno 1.5 metri tra persone (tra allievi, tra docenti, e tra allievi e docenti) va comunque sempre garantito.
– Una mascherina per giornata lavorativa (la mascherina può essere usata fino a 8 ore, anche in modo non consecutivo) viene messa a disposizione dei docenti.
– È necessario lavare regolarmente le mani con acqua e sapone.
– Qualora in istituti o classi non fossero presenti lavandini per lavarsi le mani con acqua e sapone (che sono da prediligere) si possono utilizzare disinfettanti per le mani. I disinfettanti possono dare origine a fenomeni irritativi e allergici in particolare per la pelle. I disinfettanti devono essere custoditi in un locale della scuola fresco adeguatamente aerato e non accessibile indiscriminatamente. Non devono essere posizionati alla luce diretta del sole. Liquidi e vapori sono facilmente infiammabili. Devono essere tenuti lontani da fonti di calore, superfici riscaldate, scintille, fiamme e altre fonti d’innesco. Non devono essere travasati in contenitori non originali e non etichettati. I disinfettanti sono consegnati ad adulti della sede (non agli allievi) e rimangono sotto la responsabilità degli stessi.
– L’uso preventivo dei guanti a scuola non è raccomandato, se non come di consueto per i lavori di pulizia o le attività in cucina. Indossarli non solleva dal dover rispettare le altre norme di igiene quali il lavaggio delle mani, il non toccarsi il viso, lo starnutire nel gomito. Essi danno una falsa sensazione di barriera e rischiano di ridurre l’igiene delle mani, che rimane una misura di prevenzione primaria. Indossarli e toglierli in modo errato aumenta la possibilità di contaminazione. Inoltre, va considerato che essi possono essere all’origine di allergie, eczemi e macerazioni. – L’utilizzo delle mascherine è facoltativo per il personale di pulizia impiegato fuori orario scolastico e che può rispettare il distanziamento di 1.5 metri.

– La presenza in sede di ospiti, visitatori, fornitori e fruitori occasionali dell’istituto va limitata per quanto possibile. Essi devono entrare da un solo accesso dove è disponibile del disinfettante, devono indossare la mascherina e sono tenuti a lasciare i propri dati di contatto sull’apposito foglio di registrazione giornaliero disponibile all’entrata. Un cartello informativo è apposto vicino al foglio di registrazione giornaliero (cfr. allegati 1 e 2).
– È da prevedere un buon ricambio dell’aria nei locali. Laddove ciò non fosse possibile per limitazioni di ordine pratico o per altri impedimenti sarà opportuno richiedere l’intervento del tecnico responsabile della manutenzione. Negli edifici Minergie o comunque dotati di un impianto di ventilazione meccanica non è necessario aprire le finestre per arieggiare, in quanto l’aria viziata è sostituita con quella esterna alcune decine di volte all’ora, a dipendenza della potenza dell’impianto.
– In caso di cambiamento di aula tra un’ora e l’altra, allievi / studenti / docenti (utilizzatori) dovranno igienizzare le superfici toccate con le mani (ad es. i banchi) con il disinfettante per superfici in dotazione.
– Per l’educazione fisica, il canto, i laboratori pratici e per le discipline che implicano contatto fisico o l’uso frequente di materiale comune fanno stato le indicazioni aggiuntive emanate dalle direzioni di istituto.
– In nessun caso possono essere divulgate a terzi informazioni inerenti allo stato di salute di allievi, docenti o addetti, anche in forma anonima, senza l’esplicito consenso della persona positiva o in quarantena o del suo rappresentante legale, in particolare se si tratta di voci non verificate che provengono da terze persone. Si raccomanda alle direzioni di istituto di tenere traccia delle segnalazioni volontarie di positività o di quarantena ricevute dalle famiglie, docenti o altro personale scolastico, mettendole a disposizione dell’Ufficio del medico cantonale su richiesta.

2. Piazzale e parti esterne
– Va indossata la mascherina e va mantenuto il distanziamento di almeno 1.5 metri.
– Lo stazionamento di gruppi va evitato.
– L’entrata e l’uscita avvengono come da segnalazione a pavimento e in modo ordinato.

3. Corridoi e atrii
– Va indossata la mascherina.
– Il flusso di persone avviene secondo le segnalazioni a pavimento.
– Lo stazionamento di gruppi va evitato.
– L’entrata e l’uscita vanno gestite in modo ordinato.

4. Aule scolastiche
– Al fine di minimizzare i flussi inutili di persone e le necessità di pulizia dei banchi, di principio sono i docenti che si spostano di aula in aula, mentre gli allievi siedono sempre allo stesso posto nella stessa aula, spostandosi unicamente per le lezioni che richiedono aule particolari.
– Va indossata la mascherina ed è previsto uno spazio di almeno 2.25 m2 per persona (allievi + docente).
– È da evitare lo scambio di cibi tra allievi.
– È previsto unicamente un allievo per banco.
– I docenti avranno a disposizione il disinfettante per sanificare la cattedra alla fine della propria lezione.

5. Aule magne e aule per conferenze
– Va indossata la mascherina.
– I posti a sedere devono essere disposti e occupati in modo da lasciare almeno un posto libero o rispettare una distanza equivalente tra due posti a sedere.

6. Palestre
– Negli spogliatoi va usata la mascherina e nelle docce va mantenuta una distanza di 1.5 metri tra persone. Se necessario si utilizzeranno queste infrastrutture a turni.
– Durante la lezione di educazione fisica si può prescindere dall’uso della mascherina, ma vanno evitati esercizi o giochi che comportano il contatto fisico ripetuto tra gli allievi.
– Il materiale utilizzato per gli esercizi e i giochi deve essere pulito e se possibile disinfettato regolarmente prima dell’uso.

7. Luogo di refezione
– È previsto un piano di protezione specifico. La mascherina può essere tolta solo una volta seduti al tavolo della mensa o nelle aule scolastiche messe a disposizione per i pasti, limitatamente al tempo necessario per mangiare.